IL PORTALE DELLE MACCHINE PER CUCIRE INDUSTRIALI, TAGLIO, STIRO E ACCESSORI

 
 
 
Sei in: Home » Notizie » News » Le ultime novitā del settore » Intervista a Dario Colombo di Socuci.it sulla rivista "Confezione" di Febbraio 2004

Notizie

 

Intervista a Dario Colombo di Socuci.it sulla rivista "Confezione" di Febbraio 2004

28 Ottobre 2004

Dall’esperienza di 30 anni nel settore delle macchine per cucire industriali è nato Socuci, il primo magazzino che utilizza lo

strumento Internet per facilitare lo scambio di macchine per cucire usate tra rivenditori e grossisti italiani ed esteri.
«Siamo partiti con un primo sito nel 2001 – ricorda Dario Colombo, fondatore di Socuci – e dopo solo due anni sono già più di un

centinaio i rivenditori iscritti al nostro circuito, con un migliaio di inserzioni pubblicate tra macchine per cucire, per lo stiro,

per il taglio, stenditori, accessori e parti di ricambio.

L’aspetto significativo è il numero di visite che riceviamo, un dato che monitoriamo costantemente e che è in continua crescita, a

conferma di come la nostra iniziativa sia ormai conosciuta e apprezzata in tutto il mondo. Basti pensare che proprio in questi ultimi

due mesi il nostro sito è stato visitato da operatori della Nuova Zelanda e dell’Australia, oltre alle visite che riceviamo ormai

abitualmente da rivenditori della Romania, Bulgaria e da tutta Europa, oltre che dall’Argentina e dal Brasile. Non manca nemmeno il
contatto diretto con i confezionisti che, a volte, si rivolgono a noi perché stanno cercando una particolare macchina che non appare

nelle nostre inserzioni. In questo caso, se siamo a conoscenza della disponibilità di tale attrezzatura presso un rivenditore, li

mettiamo in contatto».

L’iniziativa del primo magazzino on line per lo scambio di macchinari usati ha dunque preso velocemente piede, tanto che a marzo 2003

il sito Socuci è stato completamente rinnovato, con il supporto di esperti del settore, per facilitare ulteriormente l’approccio

dell’operatore con lo strumento Internet e per arricchire il sito di nuovi contenuti. E i risultati non hanno tardato a manifestarsi:
nel giro di poco tempo da 60 visite al mese si è passati velocemente alle attuali 80 visite/giorno, un dato che dimostra una tendenza

a una crescita esponenziale che nemmeno il fondatore nelle previsioni più ottimistiche si aspettava. Il sito Socuci è inoltre

rintracciabile nelle prime pagine dei più importanti motori di ricerca.

«L’operatore che vuole utilizzare il nostro servizio – afferma Colombo - è oggi assai facilitato nella compilazione dell’inserzione.

Tutti i dati relativi alle macchine sono già predisposti e basta selezionarli confermandoli con un “clic” del mouse. Anche la

consultazione è molto semplice: la ricerca può essere effettuata per tipologia di macchina (attaccabottoni, tagliacuci,

travettatrici, ecc.), oppure per marca, per classe, per rivenditore, oppure ancora per provincia. Impostati i dati desiderati, si

ottiene la lista completa».

Malgrado la vendita tramite Internet sia una pratica ormai ampiamente diffusa in tutti i settori del B2B e del B2C, esiste tuttora un

atteggiamento di reticenza da parte di alcuni rivenditori verso questo strumento sicuramente innovativo. «La nostra strategia –

ribadisce Colombo – è quella della massima semplicità e trasparenza. La consultazione di tutti i dati e delle inserzioni disponibili

nel nostro sito www.socuci.it è completamente gratuita per tutti. L’operatore invece interessato a entrare a far parte del magazzino
Socuci, potrà farlo in modo semplice compilando un’apposita scheda di adesione che gli permette la pubblicazione di un numero

illimitato di inserzioni per un periodo gratuito di tre mesi dal momento dell’iscrizione. Esaurito questo periodo, per poter

continuare a usufruire di questo servizio, basterà che versi un modesto canone annuale pari a 200 Euro». I vantaggi di questo

rivoluzionario sistema di ricerca on line sono innumerevoli: per prima cosa, la possibilità di trovare il macchinario di cui si ha

bisogno o di lasciare in visione la macchina che si vuole vendere, restando comodamente seduti nel proprio ufficio e collegandosi
semplicemente in rete tramite il proprio computer.

«L’unica condizione – insiste Colombo – è quella di avere una normale predisposizione a utilizzare il computer e Internet al posto

del telefono. Un consiglio che comunque posso dare ai rivenditori per facilitare la vendita delle loro attrezzature è quello di

inserire quante più informazioni possibili nelle loro inserzioni, sfruttando al massimo lo spazio messo loro a disposizione.
L’inserzione più completa di dati avrà sicuramente una migliore visibilità rispetto ad altre meno dettagliate».

Ultimamente il sito Socuci si è arricchito di ulteriori nuovi servizi. Oltre a poter consultare la lista delle macchine già

disponibili on line, l’operatore che sta cercando una macchina specifica potrà usufruire della sezione “Annunci” dove potrà inserire

il suo annuncio di ricerca. Un’ulteriore iniziativa introdotta di recente è la sezione “Novità”; in queste nuove pagine i costruttori

e i rivenditori possono inserire la presentazione delle loro nuove macchine, dei loro nuovi cataloghi, eccetera. Già diverse aziende

hanno aderito all’iniziativa, dalla Fitex alla Ima, alla Zallocco, alla Groz Beckert. Non mancano anche rivenditori che hanno pensato

di utilizzare questo canale per fornire informazioni sulle macchine da loro modificate e attrezzate.

«Abbiamo aggiunto anche nuovi link – segnala Colombo – e questa iniziativa è stata molto apprezzata dalle aziende che hanno visto

crescere sensibilmente il numero delle visite ai loro siti da parte di operatori provenienti dal sito Socuci. Tra le società

coinvolte in questa nuova operazione la Carcano, la Taiocchi, la Fusè e la Anichini, la Foggiato e la Fitex».

 

torna indietro »

allegato